il giorno prima del 16 di agosto

siamo al quindici di agosto. giornata fantastica: c’è il sole, non fa caldissimo, le strade sono sgombre e regna la pace.

sono stato a correre dieci chilometri fino in via cernaia, andata e ritorno, all’ombra dei platani e dei portici. pochissime persone in giro in macchina o a piedi. la mia città ideale. correndo riflettevo che torino è una città da visitare con il naso all’insù: non per evitare le cacche dei piccioni ma per vedere e ammirare le decorazioni dei palazzi e delle volte che si attraversa. fregi barocchi, bassorilievi rinascimentali, nicchie con statue. ce n’ una in particolare che mi piace. si trova all’angolo tra corso vinzaglio e corso peschiera. Eccola.Schermata 2018-08-15 alle 11.59.08.png

forse simbolo araldico o religioso in base alla vicenda della famiglia che rappresenta. oppure un semplice abbellimento. chi lo sa? so che mi piace e quando passo da lì la cerco sempre con lo sguardo

stasera cena da amici, quelli del capodanno con l’aggiunta di un’altra coppia. sono stato incaricato di fare la pasta all’uovo. stamattina alle otto ero già all’opera. un’ora e mezza dopo avevo di fronte a me nove etti di maltagliato che troveranno il giusto accompagnamento (sugo con salsiccia), quando porteremo a conclusione questo ferragosto.

 

buongiorno