in diretta

dalla sedia davanti al pc, seduto in punta perchè briciola si è insediata alle mie spalle e non si schioda. certo, tra tutti i posti dove poteva andare a sonnecchiare ha scelto il mio osso sacro. i gusti sono gusti

e mentre su new york calavano le prime ombre della sera, il sottoscritto si godeva na dormita colossale cullato dall’arietta fresca che entrava da sotto le tapparelle semi abbassate.

non c’è più il caldo afoso di qualche giorno fa. ma va? è così insipido parlare del tempo, ma quando si sta bene chi se ne frega. sono in ferie e queste devono essere ferie passate bene e senza stress.

come unico incidente la tapparella della sala si è inchiodata. sospetto che sia uscita dal sostegno. per fortuna un mio amico è a torino ed oggi pomeriggio passa per vedere di metterla a posto. per fare entrare aria ho messo una “burnia” sotto in mododa tenerla sollevata Risultati immagini per burnia

ci è voluta una settimana e un viaggio per farmi rilassare e scrollarmi di dosso le tensioni di un anno intero. con due settimane davanti a me non posso che sognare tanti giorni di pace interiore e fancazzismo estremo.

anche a correre è diverso: ieri sono andato ed ho corso meglio che le ultime volte. la testa era libera e le gambe leggere. questo dimostra quanto conti l’approccio mentale in tutte le cose che facciamo. anche la lettura è diversa. ad esempio ad amsterdam ho letto due libri in quattro giorni. una figata, non è vero?

va bene. tempo di mettersi i jeans (perchè sono ancora in boxer) e andare a fare un po’ di spesa. cuffiette all’orecchio e sigaretta di traverso, in puro stile “non scassatemi la minchia”

 

 

 

buongiorno