in diretta

sono reduce da una riunione di lavoro in cui si prospetta un bel numero di offerte da fare in autunno o ancora prima, al rientro dalle vacanze. le tre settimane di agosto di ferie per ora sono confermate. saprò solo ad inizio agosto se dovrò rientrare prima: tutto dipenderà dalla frenesia lavorativa e manageriale che nascerà di fornte a questi nuovi lavori.

se c’è una costante in questa azienda è la incapacità di centrare le previsioni di lavoro. se vengono previsti tre mesi di basso impegno si chiede ai lavoratori di stare a casa in ferie. ovviamente dopo un mese arriva il picco di lavoro dell’anno e bisogna ricorrere alla gestione in emergenza. ci manca solo lo speaker della stazione che dice: “il treno è stato soppresso. ci scusiamo per il disturbo”

tutto questo mi ha fatto tornare in mente l’anno di militare che ho fatta a cavallo del 1984 e del 1985. disorganizzazione allo stato solido. è incredibile come all’epoca la macchina bellica italiana andasse avanti. eppure, il primo giorno di leva, quando arrivai in caserma, vidi militari che scattavano come molle e ufficiali che urlavano come aquile. comincio a pensare che si trattasse di una compagnia teatrale ingaggiata allo scopo.

Risultati immagini per carignano shakespeare

andrò a teatro a vedere romeo e giulietta. sogno di una mezza estate l’avrò visto dieci volte. la cosa bella è che all’interno del museo, in platea, mettono un prato finto dove chi vuole può sedersi ad assistere allo spettacolo. figata

 

buongiorno