3.. 2… 1…

Domenica 31 dicembre. Sera

L’ultima pagina di questo libro sta per essere girata. Come sempre provo due emozioni contrastanti. Da un lato c’è l’attesa per un nuovo anno che porterà con se novità e cambiamenti ancora sconosciuti; dall’altro il dispiacere di lasciare alle spalle un anno che è stato vissuto comunque. Lasciare il certo per incerto.
Lo scorso capodanno l’ho passato da solo all’estero. Fuggivo da me stesso e solo dopo tanti mesi mi sono ritrovato. In quella notte mentre guardavo i fuochi artificiali ho capito che dovevo iniziare a cambiare. La rivoluzione doveva avere inizio.
Oggi sono in compagnia e sto bene. Fare lo sparigliato non mi pesa. Sento che l’ansia di ricerca di una compagna è scesa ad un livello gestibile. Comincio a vedermi libero di decidere cosa è bene e cosa non lo è per me. La sensazione sconosciuta dell’autodeterminazione.
Nessun proposito e nessuna lista di cose da fare. Solo un obiettivo davanti a me. Stare bene.
Prima di chiudere voglio ricordare due emozioni provate quest’anno. La commozione provata durante la visita della mostra del duca bianco a bologna; la gioia per aver finito la maratona di
Torino, il mio apice sportivo di sempre.
Questi due momenti valgono da soli tutto il resto.
Buon anno amici miei e che sia un anno sorridente

Autore:

Torinese da sempre. Aperto e libero pensatore. Allegro e introspettivo. Se mi mettete davanti un boccale di birra e vi sedete a chiacchierare tiriamo fino a notte fonda. Sono nato nel 1964, l'anno del boom economico. Amo la musica che mi fa stare bene. Guardo all'arte moderna come fonte di ispirazione. Cerco nei libri le risposte alle domande che devo ancora fare

2 pensieri riguardo “3.. 2… 1…

  1. Auguri di nuovo Vit, ieri eravamo in pochi a casa mia ma quando siamo usciti sul balcone per le stelle filanti è partito uno spettacolo nel cielo proprio davanti a noi di fuochi d’artifici . È stato bellissimo, un omaggio che il nuovo anno ci ha fatto…Facendo un resoconto io mi ritrovo più persona, più realizzata, nel lavoro per esempio , ma in genere nel rapporto con la realtà, sento che i miei limiti o le difficoltà non impediscono di essere me stessa sempre. Auguro a tutti questa statura e che si alzi sempre più…un abbraccio a Torino!

    "Mi piace"

  2. Auguri ancira. Qui si dorme ancora. Tra poco faccio il caffè per tutti.
    Ci sono stati i fuochi ma da questo lato della valle si vedevano poco
    Sto bene e come te mi sento migliore. È una parola grossa lo so ma è come mi sento. In quanto a realizzarmi si vedrà per strada. Per oggi mi accontento di quello che ho conquistato
    Un abbraccio forte e Torino ti aspetta 😊

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.